L’azione sociale: verso gli ultimi

L’azione sociale: verso gli ultimi

Per la nostra Comunità, portare l’Amore di Dio a tutti i popoli ha significato da sempre porre una grande attenzione alla dimensione della promozione umana, all’aiuto a chi soffre, all’opzione preferenziale per i poveri, al costruire comunità in cui si riconosca e si accolga Gesù in chi è emarginato ed escluso.

Per questo anche a Yopougon diamo tempo e forze alla realizzazione di progetti di sviluppo integrale, ad attività di promozione umana, ad azioni in diversi ambiti d’intervento:

  • Salute;
  • Educazione;
  • Promozione dei diritti umani;
  • Inserimento socio-professionale.

 

Salute

Nel nostro territorio, che è una zona di periferia particolarmente carente, un grande numero di persone non ha i mezzi per accedere alle strutture sanitarie pubbliche, per l’impossibilità di pagare le cure più semplici o i medicinali. Dall’ascolto di questa urgenza è sorta l’idea di creare dei centri medici a disposizione della popolazione.

In essi i medici e il personale sanitario qualificato offrono a tutti, soprattutto alle categorie più sfavorite, i servizi di base e diverse consulte specialistiche. L’obiettivo è che tutti possano curarsi: le prestazioni sono di qualità e a prezzi sociali molto bassi per chi ha redditi minimi; gratuite per chi è in situazione di indigenza.

Periodicamente organizziamo anche delle campagne di prevenzione e di formazione sanitaria nei quartieri precari, spesso baraccopoli, in collaborazione con diversi partner locali.

Ogni anno i centri medici assistono in media:

  • 15.000 pazienti in medicina generale;
  • 600 pazienti in pediatria;
  • 270 pazienti in ginecologia;
  • 200 pazienti in accompagnamento pre-natale;
  • 370 pazienti in cardiologia.

 

Inoltre annualmente vengono realizzate:

  • Oltre 1.600 vaccinazioni;
  • Oltre 5.000 analisi mediche;
  • Test per l’HIV;
  • Campagne nutrizionali;
  • Campagne di informazione contro l’anemia, la malaria, il diabete, la drepanocitosi.

Educazione 

Scuola d’Alfabetizzazione – Ogni anno più di 500 donne frequentano i corsi d’alfabetizzazione che realizziamo nella missione. Si tratta soprattutto di giovani donne che non hanno mai avuto la possibilità di imparare a leggere e scrivere e di madri di famiglia che desiderano uscire dall’analfabetismo per meglio gestire le loro piccole attività commerciali.

Da più di 25 anni, la scuola è gestita da 80 insegnanti volontari, per lo più giovani universitari che mettono a disposizione gratuitamente il loro tempo e le loro competenze per offrire un futuro migliore a quelle che chiamano loro sorelle e madri.

 

Biblioteca Saint Laurent – Per i giovani abbiamo avviato una biblioteca offre un servizio di qualità a quanti sono iscritti, grazie ad una vasta raccolta di libri (più di 6.000 volumi), un ambiente pulito e ben illuminato e la possibilità dell’utilizzo di una sala informatica.  Il progetto è nato dalla constatazione che la maggioranza degli studenti del comune di Yopougon non ha i mezzi per comprare i libri necessari per la formazione scolastica.

Oltre al servizio di consultazione dei testi scolastici e universitari, la biblioteca organizza molteplici attività culturali dedicate agli studenti con l’obiettivo di migliorare i loro risultati scolastici e di offrire uno spazio di incontro e di coesione sociale.

Promozione dei diritti umani e della cittadinanza – Dal 2014, in collaborazione con il Ministero dell’Educazione ivoriano, realizziamo per gli studenti e i professori di 180 scuole secondarie un progetto pedagogico finalizzato alla gestione pacifica dei conflitti nell’ambiente scolastico. In un contesto in cui le discriminazioni etniche, religiose e di genere sfociano facilmente in episodi di violenza incontrollata, questo progetto ha offerto sino ad ora a più di 15.000 studenti e a un migliaio di insegnanti gli strumenti per la protezione e la tutela dei diritti di tutti e, in modo particolare, dei più vulnerabili.

Attraverso il lavoro in rete con più di 200 associazioni locali promuoviamo la partecipazione attiva dei cittadini al bene pubblico e il dialogo con le istituzioni. Grazie alla formazione dei leader locali e a numerose azioni sul territorio, abbiamo migliorato le condizioni di vita della popolazione di 20 quartieri precari ottenendo dall’amministrazione locale l’erogazione di alcuni servizi di base come l’illuminazione pubblica, l’eliminazione di alcuni immondezzai all’interno dei quartieri, la progettazione di nuovi edifici scolastici in aree densamente popolate.

Dal 2017 in partenariato con il Ministero della Salute, abbiamo attivato dei servizi dedicati alla tutela e alla promozione dei diritti della donna: formazione di 100 ostetriche e infermiere; rinforzo di 10 reparti di maternità; realizzazione di un programma scolastico di prevenzione delle gravidanze precoci che ha coinvolto più di 6.000 studenti; creazione di 7 centri di ascolto per donne vittime di violenza e rafforzamento della leadership di 500 giovani universitarie.

Inserimento socio-professionale 

In un contesto in cui il lavoro è precario e difficile da trovare, stiamo promuovendo la formazione per attività generatrici di reddito, sia attraverso la possibilità di ottenere un microcredito, sia offrendo i seguenti corsi:

  • formazione all’imprenditoria per giovani e migranti di ritorno;
  • formazione sulla gestione commerciale;
  • formazione alla ricerca d’impiego e gestione dei risparmi;
  • formazione per l’inizio di un’attività a donne giovani e adulte;
  • accompagnamento durante l’attività;
  • giornate di promozione sociale.

 

In questi anni abbiamo creato oltre 250 posti di lavoro e aiutato 450 persone a iniziare o potenziare un’attività commerciale.

 

Caritas – sin dagli inizi della nostra presenza in Costa d’Avorio abbiamo desiderato accogliere con dignità e prontezza le persone più vulnerabili che bussano alla nostra porta per chiedere aiuto. La Caritas della parrocchia Saint Laurent, affidata alla nostra cura pastorale, assolve a questo compito con grande generosità ed efficacia. Ogni anno, centinaia di poveri vengono ascoltati da un’equipe di volontari che esamina i loro bisogni e trova la soluzione più adeguata, che si tratti di assistenza alimentare, medica o di mediazione familiare.

Italiano