Vittoria: di nome e di fatto!

La Casa della misericordia a Maputo ridona speranza ai giovani ex detenuti, ma non solo. Ecco la storia di una delle 150 famiglie sostenute dalla sua rete di benefattori

Vittoria è una giovane mamma di 30 anni che, a causa del pesante vissuto, ne dimostra più di cinquanta. Ha tre figli e alle spalle una storia di sofferenza e di abbandono, di miseria e di umiliazione. È la storia che accomuna tanti mozambicani che, nel silenzio del mondo e dei media, portano avanti la loro vita con gesti eroici nel quotidiano dimenticato dagli uomini, ma non da Dio! Abbandonata dal marito alla nascita del suo terzo e bellissimo bambino, derubata del poco che aveva dallo stesso compagno, Vittoria è stata abbandonata in un tugurio fatto di paglia di quattro metri per tre.

Prima era una venditrice di arachidi arrostiti e frutta. Dopo l’ultimo parto cesareo, non riesce più a sollevare i pesanti cesti di frutta fresca, con i quali camminava tutto il giorno con il suo bambino aggrappato alla schiena, come fanno le eroiche mamme africane per sostenere la famiglia. Stretta dalla morsa della fame, Vittoria ha bussato alle porte della vicina Casa della misericordia che dal 2016, oltre ad accogliere, educare e reinserire socialmente giovani in difficoltà con la legge, allarga le sue braccia alle famiglie più provate dalla povertà, aggravata dalla pandemia e, ora, dalle nefaste conseguenze del conflitto ucraino.

All’inizio abbiamo aiutato questa giovane mamma per alcuni mesi, offrendole alimenti e vestiti, ma poi ci siamo chiesti come restituirle la gioia di vivere, accompagnandola a ricominciare la sua attività commerciale e a riprendere una condizione di vita più adatta alla sua dignità e al bene della piccola famiglia.

Grazie a un programma di microcredito senza restituzione, Vittoria ha rimesso in piedi la sua attività generatrice di reddito. Con l’aiuto di diversi sostenitori, abbiamo anche costruito una casetta in mattoni, permettendole di vivere in un contesto più pulito e sicuro contro le intemperie, una casetta che ha ridato dignità alla fragile famigliola. Vittoria, grazie a questo progetto di aiuto alle famiglie indigenti promosso dalla Casa della misericordia e dai suoi sostenitori, ha “vinto”, iniziando a spezzare il giogo della miseria. Ora non è più schiava della tristezza, senza prospettiva di soluzione, ma respira l’aria fresca della speranza che l’amore fraterno ha acceso nel suo cuore.

Articoli correlati

A piedi scalzi

Dopo tre anni dall’inizio del progetto Amici del pallone, sui campi della missione di Maputo i ragazzi cominciano a vincere le partite. Non solo quelle di calcio

Leggi Tutto »

Contatti

Comunidade Missionária de Villaregia

Av. de Moçambique Km 16
Caixa Postal 1444 Cumbeza – Maputo, Moçambique
tel. 00258/21900512 – e-mail: info.ma@villaregia.org