“Oltre ogni muro… un volto”

In Sardegna, nei prossimi mesi, si realizzerà un progetto con l’obiettivo di favorire l’integrazione per una società più fraterna e solidale

Lo straniero è parte vitale e funzionale che arricchisce l’insieme di una struttura sociale, l’integrazione è scambio reciproco di una esperienza umana. “Oltre ogni muro… un volto” è un progetto che si pone l’obiettivo di promuovere la conoscenza e la convivenza tra la cittadinanza locale e le comunità straniere presenti sul territorio, attraverso occasioni di sensibilizzazione sul tema dell’accoglienza e un evento da costruire insieme, con lo scopo di conoscere e valorizzare la ricchezza culturale dei gruppi etnici che abitano la nostra città.

“Oltre ogni muro… un volto” è promosso da CMVper, associazione di promozione sociale, che collabora con la Comunità Missionaria di Villaregia per favorire l’integrazione dei richiedenti asilo e dei migranti, con il sostegno della Fondazione Migrantes.

Il progetto prevede una serie di incontri che si realizzeranno a Quartu Sant’Elena grazie a professionisti che dalla loro esperienza e dal loro lavoro, possano fornire una conoscenza nuova e arricchente sui temi promossi.

Ecco gli appuntamenti:

  • “Storie di donne, vicine e lontane, di violenza e di rinascita”. Incontro con Laura Cappellazzo, educatrice che si occupa di minori maltrattati e abusati, di ragazze della tratta e di donne vittime di violenza sia in Italia che all’estero. È autrice del libro “Donne di Sabbia” (ed. Paoline, 2020). L’incontro si terrà venerdì 25 marzo ore 18.30 al teatro Sacro Cuore in piazza Sacro Cuore, a Quartu Sant’Elena.
  • “Fuga da Kabul, dolore e nostalgia, tormento e speranza”. Incontro con Fawad e Raufi, rifugiato Afgano, insegnante di storia e letteratura persiana. Vive in Italia dal 2016, dove lavora come mediatore culturale e linguistico. Scrive per lasciare traccia, per i giovani, per chi non sa cos’è la guerra e il viaggio infernale attraverso la rotta balcanica. “Dall’Hindu Kush alle Alpi – Viaggio di un giovane afghano verso la libertà” (ZeL Edizioni, 2018) e “Ultimi respiri a Kabul – Tra la neve bianca e i lupi neri” (Zel Edizioni, 2021) sono le sue pubblicazioni. L’incontro si terrà venerdì 29 aprile ore 18.30 al teatro Sacro Cuore in piazza Sacro Cuore, a Quartu Sant’Elena.
  • La mostra “Oltre i muri”: immagini, storie e volti di chi è vittima dei muri oggi, fa da cornice all’intero progetto. Il muro è ritornato protagonista nella vita collettiva. La frontiera tende a perdere la sua funzione di scambio e di comunicazione per irrigidirsi e divenire un muro, un porto chiuso. La mostra è canale per riflettere sul diritto calpestato alla mobilità, alla migrazione, all’autentica ricchezza che questa porterebbe con sé, per il popolo che emigra, per la società che accoglie.
  • Porte aperte” sarà l’evento finale del progetto, da costruire nel concreto con le comunità straniere con le quali ci metteremo in rete. Il desiderio è quello di trovare nella panificazione del pane un elemento comune tra le diverse culture, per valorizzarne specificità e storia. Cornice di questa ambiziosa iniziativa, saranno alcune case campidanesi del centro storico di Quartu Sant’Elena. Lavorare affinché persone straniere vengano accolte da cittadini comuni, dentro proprie case, rappresenta l’obiettivo ultimo e più prezioso, un messaggio tangibile di incontro, conoscenza, accoglienza.

Realtà coinvolte in questo progetto sono, inoltre, la Casa Circondariale di Uta, in cui alcune detenute di diverse nazionalità saranno protagoniste di un laboratorio creativo e manuale, nel corso del quale daranno vita ad alcuni manufatti; La Matrioska, associazione che lavora per l’inclusione di richiedenti asilo e rifugiati, la quale, in seguito a una formazione sartoriale, permetterà a due migranti sul territorio di vedere realizzate le loro personali “wardrobe collection”, collezioni guardaroba composte di pochi abiti facilmente abbinabili tra loro.

Un progetto questo che può aiutare ad eliminare le paure, le incertezze per affrontare le sfide di un mondo sempre più globalizzato e multietnico e per accogliere la diversità come ricchezza. Oltre ogni muro c’e un volto, una storia, una vita.

Articoli correlati

Contatti

Comunità Missionaria di Villaregia

Via Irlanda, 64 – 09045 Quartu Sant’Elena (Ca)

Tel. 070/813130 – e-mail: info.qu@villaregia.org