Valentina: evangelizzare tutti i giorni

Valentina: evangelizzare tutti i giorni

Evangelizzare come infermiera è la mia passione, l’esperienza che vivo quotidianamente dal 1990, quando mi sono diplomata in infermieristica e ho iniziato a lavorare presso l’ospedale di Portogruaro, città dove vivo.

Dal 2000 faccio parte della Comunità come missionaria nel mondo. Ho capito di essere chiamata a questa vita di consacrazione dopo un cammino nel gruppo missionario giovani di Pordenone e nel discernimento vissuto tramite l’accompagnamento di un fratello sacerdote della comunità.

Inviata agli altri

Attraverso diversi segni percepivo che Dio mi chiedeva di non lasciare il mio lavoro. Uno di questi l’ho vissuto durante la Giornata Mondiale dei Giovani di Roma: mentre gli altri ragazzi partecipavano alla messa col Papa, io mi sono ritrovata ad assistere un via vai di ragazzi che accorrevano alla tenda di primo soccorso colti da vari malori… ed ero felice del servire così! E questo è stato solo l’inizio… mi sento inviata ai miei amici, colleghi, familiari, vicini, come uno strumento della tenerezza di Dio, una presenza amica che si affianca nel cammino, che accoglie.

Incontro spesso persone che non cercano un luogo spirituale ma un incontro, qualcuno che dia loro ascolto (anche in nome di Dio, pur se alcuni non ne sono pienamente consapevoli) che li accompagni nella tappa della vita che stanno percorrendo.

Un gancio in mezzo al cielo

“Strada facendo – canta Claudio Baglioni in uno dei suoi brani più famosi – sentirai che non sei più da solo, strada facendo troverai un gancio in mezzo al cielo e sentirai la strada far battere il tuo cuore e vedrai più amore, vedrai…”. Sono parole che esprimono anche la mia vocazione: essere, per chi è solo, un “gancio” con Dio, disponibile sempre. Per stato di vita, questo “gancio”, diventa alla portata di tutti, nella ferialità, perché è lì: basta che ti agganci, che ti connetti, che chiami, lo trovi per strada sul tuo cammino… sulla via che percorri tutti i giorni. Non bisogna aspettare l’incontro successivo del gruppo comunitario o parrocchiale o un appuntamento ben specifico.

Ho in mente quanto vissuto con una mia collega: l’avevo invitata a partecipare ad un weekend di spiritualità e non aveva accettato. Qualche giorno dopo ero davanti all’Eucaristia in Chiesa e mentre era in corso la confessione. L’ho chiamata per invitarla, per lei è stato un incontro con Dio importante: è tornata a casa piena di gioia e di forza per incominciare una nuova vita sostenuta dalla mia amicizia.

Verso i poveri

Vi è poi l’incontro con chi vive problemi dolorosi: crisi coniugali, alcolismo, anoressia, disabilità fisiche e mentali e il rapporto con i poveri, con chi è giunto da altri Paesi attraversando l’oceano. Penso ai 52 fratelli arrivati nel mio paese due estati fa da Mali, Nigeria, India: ascoltare le loro storie, insegnargli qualche parola d’italiano, mangiare insieme una pizza… è stato bellissimo!

Ecco come vivo la mia vita missionaria, felice della scelta di consacrazione a Dio che mi permette di costruire rapporti di amicizia belli e fraterni, appartenendo a una comunità dove si cammina insieme, si è famiglia, dove l’amore si dilata fino ai confini del mondo. Noi missionarie nel mondo la arricchiamo con la nostra specificità, col desiderio di essere sempre più questi ganci sparsi nel mondo, ognuna con la sua unicità, il suo contesto culturale, sociale dove agire in nome di Dio con un cuore che fa famiglia con l’umanità.

Una giornata coi missionari

ore 6.00
ore 7.00
ore 8.00
ore 9.00
ore 10.00
ore 11.00
ore 12.00
ore 13.00
ore 14.00
ore 15.00
ore 16.00
ore 17.00
ore 18.00
ore 19.00
ore 20.00
ore 21.00
ore 22.00
ore 23.00

ore 6.00

P. Domenico celebra la messa a Ouagadougou, in Burkina Faso

ore 6.00

ore 7.00

Angela dialoga con Dio nella preghiera

ore 7.00

ore 8.00

Astrid si prepara a diventare missionaria nella facoltà di Teologia in Costa d’Avorio

ore 8.00

ore 9.00

Felicia incontra i giovani nelle scuole a difesa degli impoveriti

ore 9.00

ore 10.00

Angel e Yolanda a servizio dei giovani a Porto Rico: sviluppare micro imprese 

ore 10.00

ore 11.00

P. Aldo e i missionari di Texcoco sono impegnati in una missione nel Chiapas, in Messico

ore 11.00

ore 12.00

Katia visita i malati della missione di Lima in Perù 

ore 12.00

ore 13.00

Giovanni e Roberta aprono la loro casa alle persone in difficoltà

ore 13.00

ore 14.00

Angelica, in Brasile, dirige il Centro che accoglie 240 bambini

ore 14.00

ore 15.00

Alessia accoglie un gruppo di giovani per un’esperienza di servizio

ore 15.00

ore 16.00

Valentina è nel Centro medico della nostra missione di Yopougon, in Costa d’Avorio

ore 16.00

ore 17.00

A Lonato del Garda p. Federico forma i giovani che si apprestano a diventare missionari

ore 17.00

ore 18.00

Andrea e Donatella animano un gruppo di spiritualità per coppie in Veneto

ore 18.00

ore 19.00

A Villaregia p. Roberto celebra la messa comunitaria, cuore della giornata dei missionari

ore 19.00

ore 20.00

Fiore e Rosaria insegnano la nostra lingua alla scuola d’italiano per migranti a Nola 

ore 20.00

ore 21.00

Osvalda anima un Centro d’ascolto della Parola di Dio in una famiglia 

ore 21.00

ore 22.00

In Mozambico Antonietta e la Comunità di Maputo concludono la giornata nella fraternità

ore 22.00

ore 23.00

Valentina presta servizio in ospedale

ore 23.00
Italiano